Alberto – Chef

Sono sempre stato visto come una persona “tosta” verso i miei dipendenti.

Conoscevo un unico metodo di rapportarmi, ma soffrivo molto del fatto che nessuno riuscisse a tenermi testa. Anzi, puntualmente venivo tradito (a parte, fortunatamente, da mia moglie) o da un collega o da un dipendente che in un qualche modo mi accusava d’ingiustizia nei suoi confronti… già… “ingiustizia”, era quello il termine ricorrente.

Ricordo che quando vidi Maria Cristina la prima volta ero tentato subito di vomitarLe addosso tutti i miei guai in merito, come avrei fatto con qualsiasi altro terapeuta.

Poi, però, mi bloccai, perché percepii qualcosa di differente. Sia in lei e nel suo modo di parlare sia nella tecnica stessa dei Mandala. Mi sembrava impossibile che colorare semplicemente un foglio di carta potesse portare alla luce tutte le mie problematiche e risolverle, eppure mi buttai.

Fui poco stupito quando Maria Cristina, durante l’interpretazione, mi disse che avevo colorato un Mandala sull’Ingiustizia.

Lo fui molto di più quando vidi che, secondo quella sequenza di colori, ero io a farne anziché a subirne.

Eppure ho sempre pensato di esserne vittima, e invece i colori dicevano l’opposto.

Chiesi subito perché, ansioso di sapere, ma Maria Cristina mi rispose sorridendo di dare tempo al tempo, di lasciar andare il colore e aspettare. Organizzai persino una serata Mandala presso il mio ristorante e ne uscimmo con il tutto esaurito subito dopo l’uscita dell’evento… Fu una sensazione stranissima, eppure è stato proprio il tempo a darle ragione: pochi mesi dopo, le persone che mi accusavano di qualcosa si allontanavano una dopo l’altra, senza dover litigare, solo colorare. Andavano via come se fossero di colpo lontani dal mio percorso. In parallelo, io diventavo sempre più aperto e fiducioso verso i nuovi collaboratori che entravano nella mia brigata. La tipologia della mia clientela cambiò e mi piacque. Cos’avevo sciolto, con quei colori? Forse avrò difficoltà a scoprirlo nel dettaglio, però avevo smosso le acque, o soltanto “cambiato gli ingredienti” e colorato il menù. Grazie Maria Cristina, ti aspettiamo!!!

Daria

Ho colorato il mandala …. è stato quasi un gioco, ma poi quando è arrivata l’interpretazione di Maria Cristina sono rimasta senza parole. La sua precisione anche nei dettagli più

Leggi Tutto »

Francesca – Mamma

Essere mamma. Anzi, meglio: provare la gioia di essere mamma quando non ci speravo più. Quando ho comunicato a Maria Cristina della nascita del piccolo Roberto era un po’ che

Leggi Tutto »

Livio – Pilota

“Hai appena disegnato un Mandala sulla paura”, mi disse Maria Cristina. Pensai a una battuta: faccio un lavoro dove la paura deve essere fuori dalla porta. Com’era possibile? Pensavo che

Leggi Tutto »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi