Mandala interpretazione

Ferita da ingiustizia

Mandala interpretazione - Ingiustizia

Quale avvenimento della nostra vita percepiamo davvero come “ingiustizia”?

Un qualcosa che ci è stato fatto da qualcuno, o un senso generale d’impotenza verso un mondo che vediamo andare sempre nella direzione opposta? Perché tutto non è mai fatto “bene” come pensiamo? Semplice: perché in questa ferita la nostra creatività è rimasta bloccata nel mentale, e ha del tutto ignorato l’uso dell’intuito.

Il ferito da ingiustizia, di solito, non ammette mai di star male, poiché all’esterno deve mostrare che tutto funziona a meraviglia. In realtà il suo corpo è rigidissimo (e la maschera abbinata, guarda caso, è proprio quella del “rigido”): siamo di fronte a soggetti le cui ginocchia spesso non si piegano, e che al mattino quando devono scendere dal letto hanno bisogno più di tempo per sciogliere i legamenti nell’atto di alzarsi.

Chi sente la ferita da ingiustizia è perciò colui che chiede troppo a sé, è duro con il proprio corpo e, in generale, con le figure del nostro stesso sesso (che rappresentano il genitore che l’ha attivata). Non è nemmeno casuale, perciò, che la ferita si verifichi anche con mali che arrivano alle lunghe distanze, o lividi che lì per lì si era ignorato.

Spesso troviamo il rigido in posizione di chiusura, con braccia conserte, oppure vestito di nero e colori scuri. Lo vedremo altrettanto spesso cercare di farsi notare per la (presunta) perfezione del suo lavoro, voler sempre essere “giusto” e “meritarsi le cose”.

Com’è ovvio, non raggiungerà mai lo status che cerca, risultando alla fine avere comportamenti compulsivo-ossessivi (ad es. un “mettere in ordine” che, alle lunghe, risulterà fine a se stesso). Se sentite che quest’analisi vi rassomiglia, forse avete bisogno di pensare la realtà in modo diverso. Un Mandala da colorare, in questo senso, è un percorso di guarigione molto potente: perché non provare a sciogliere tutte le rigidità, e non osservare soltanto quella sequenza di colori che vi ha dettato la vostra anima? C’è qualche sbavatura? Qualche colore che risulta disomogeneo, che prevale sugli altri, oppure non è simmetrico nella figura?

Prendetelo con amore qualsiasi forma abbia, poiché sta solo rivelando qual è la ferita su cui dovete lavorare e crescere. Qualsiasi colore possa venir fuori, è in realtà ciò che possediamo di più bello e prezioso. Dipingere o riempire un Mandala è un passaggio che ci porta alla scoperta più profonda di tutte: non esiste un “giusto” o uno “sbagliato”.

Tramite l’interpretazione che vi faremo del Mandala una volta dipinto, scoprirete che la vera ingiustizia è verso voi stessi, poiché non riuscite ad ammette di essere splendidamente imperfetti.

Colora i mandala per la ferita: Ingiustizia

Se vuoi colorare i Mandala che Maria Cristina ha scelto per te, acquista l’interpretazione, potrai successivamente fare il download. Stampali e colorali come vuoi tu, e con i colori che preferisci, in base a come ti senti ispirato, scrivi un titolo ed una data, quindi inviali a Maria Cristina via mail (info@mandalailcosmoinuncerchio.it) con una scansione (consigliato) o via Whatsapp al +39 331 193 0255 con una foto chiara e nitida, il tuo nome e data di nascita.

Infine prenditi del tempo e fissa un appuntamento per l’interpretazione personalizzata via telefono o Skype.

Interpretazione

Per una primissima fase di conoscenza, dovrai scegliere 3 Mandala da colorare tra quelli che scaricherai.

Step 1

Sono passati 21 giorni, dove ti ha portato l’interpretazione del tuo Mandala? Qualcosa dentro di te è cambiato. Ok, è il momento di verificare che progressi hai fatto e quanto ti sei messo in gioco. Lo step 1 ti aspetta per colorare Mandala più specifici, e ricchi di strumenti nuovi.

Step 2

Sono passati altri 21 giorni dallo step 1, dove sei? Stai evolvendo, ne sono sicura, ho fiducia in te. Ok, ora è il momento di verificare che progressi hai fatto e quanto ti sei messo in gioco. Lo step 2 ti aspetta per colorare Mandala ancora più specifici e per darti ulteriori strumenti di crescita.

Step 3

Le cose sono cambiate, tu sei più forte e puoi esplorare altre risorse insite in Te. È ora di lasciare andare, è ora di gioire, è ora di prendere delle decisioni, è ora di fare delle scelte. È ora! Ma un piccolo passo ti separa dall’obiettivo finale, acquista e colora con fiducia lo step 3.